Indicizzazione, Ranking o Posizionamento?

Cosa significa indicizzare? Indicizzazione, ranking e posizionamento_ fare chiarezza

Qual è la differenza tra “ranking” e posizionamento?

Motori di ricerca: un po’ di chiarezza sui termini e come usarli

Per chi si occupa di digital marketing e soprattutto di SEO (Search Engine Optimization, ovvero ottimizzazione per i motori di ricerca) vocaboli come ranking, fattori di ranking, indicizzazione e posizionamento sui motori di ricerca, sono vocaboli e diciture comuni, usate spesso e ben chiare (o almeno così dovrebbe essere).

E’ facile fare invece confusione per chi non lavora nel settore. Facciamo allora un po’ di chiarezza; la comprensione dei vari termini può anche aiutare nella gestione della propria presenza online.

Partiamo da Ranking

Ranking è un termine inglese che significa classifica o schieramento. Applicato ai motori di ricerca come Google, indica la classifica dei risultati di ricerca sulla pagina chiamata SERP (Search Engine Results Page). I risultati generati da una ricerca fatta sul motore (es: utent X cerca “meteo” su Google) non appaiono casualmente ma in ordine di rilevanza, secondo una classifica appunto. Google genera questa lista secondo complicati algoritmi creati appositamente per mostrarti i contenuti più adatti a “rispondere” alla tua ricerca (la ricerca “meteo” darà risultati quali ilmeteo.it, previsioni locali, ecc.). I fattori di ranking quindi sono alcuni elementi che Google tiene in considerazione nella formulazione di questi algoritmi: alcuni sono noti, annunciati ufficialmente dagli stessi motori di ricerca, altri sono segreti.

Query Motori di Ricerca

Posizionarsi su Google

A questo punto è più semplice anche comprendere il termine “posizionamento“. Posizionarsi sui motori di ricerca significa apparire sulla cosiddetta SERP: il sito web X compare tra i risultati di ricerca (nella prima pagina o nelle successive) come “risposta” a una determinata ricerca (si parla di query per intendere termini o frasi inserite dall’utente nella barra di ricerca di Google, o altri motori). Questo significa che il sito web X si posiziona (mettiamo per esempio) in prima pagina al terzo posto sul motore Google per la query “biscotti“.

Query su Google

Va da sè che il miglior posizionamento (dal punto di vista di un proprietario di un sito web) è sicuramente quello in cima alla SERP; ma è anche vero che se l’utente ipotetico cerca “cioccolato fondente” e in prima pagina, come primo risultato, appare il sito web X su macchine da scrivere usate, qualcosa è andato storto. Questo generalmente non succede proprio perchè Google (come tutti i motori di ricerca) ha interesse a fornire un servizio di qualità all’utente ed infatti si aggiorna costantemente per mostrare risultati rilevanti; i proprietari dei siti web stessi inoltre ottimizzano le varie pagine per essere trovati da utenti interessati (qui entrano in gioco gli esperti di SEO, Search Engine Optimization).

Motore di ricerca Google
Non ci resta che spiegare cosa significa indicizzare, o indicizzazione (forse il termine più misterioso). La definizione standard è: “inserimento di un sito web nel database di un motore di ricerca”. I motori di ricerca sono in grado di mostrare dei risultati, quindi una lista di siti web e pagine perchè hanno scansionato e quindi indicizzato tali contenuti del web. Google, come gli altri motori di ricerca, utilizza un software apposito chiamato crawler che naviga tra i vari siti, pagine e contenuti ed effettua una scansione: registra e documenta tutto ciò, quindi inserisce i contenuti in un indice così da renderli disponibili come risultati di ricerca. Il crawler di Google “aggiunge nuovi siti all’indice ed aggiorna quelli esistenti dopo ogni scansione della rete. In alternativa, è possibile inviare (a Google) direttamente l’URL” (testo da https://www.google.it/intl/it/add_url.html)

Condividi:
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *